Smartphone

I PRO E I CONTRO DEGLI SMARTPHONE FLIP

Highlights
  • Samsung Galaxy s21+ 5G
  • Xiaomi mi 11
  • Samsung Galaxy A20e
  • I MIGLIORI SMARTPHONE DI INIZIO 2021

Gli smartphone Flip sono ufficialmente tornati in auge. Stiamo parlando di dispositivi mobili che hanno vissuto un momento di grande popolarità nel primo decennio degli anni Duemila, per poi essere stati soppiantati dai prodotti di ultima generazione. Chi era appassionato di tecnologia non poteva fare a meno di un apparecchio in grado di fornire numerose funzionalità di alto livello.

In tempi recenti, i cosiddetti cellulari a conchiglia sembrano aver trovato una nuova dimensione, anche grazie alle funzionalità pressoché identiche rispetto ai modelli attuali. Ecco cosa bisogna sapere riguardo agli smartphone pieghevoli, con la chance di scoprire punti di forza e debolezza di due tra i modelli più acclamati in un settore in continua evoluzione.

Come sono gli smartphone Flip di ultima generazione

Gli smartphone Flip dei nostri tempi non hanno nulla da invidiare rispetto ai dispositivi più diffusi. Un tempo questi apparecchi erano da non perdere per ogni appassionato del settore, grazie alla loro praticità e maneggevolezza. Oggi questi dispositivi garantiscono le caratteristiche citate, ma aggiungono soluzioni all’avanguardia per restare al passo con i tempi e catturare l’attenzione di un pubblico trasversale. 

Gli smartphone a conchiglia sono ancora oggi molto apprezzati da un target in età avanzata. Infatti, numerosi clienti preferiscono la tastiera fisica al moderno touch screen per una questione di pura comodità. A tutto ciò, tocca aggiungere una robustezza superiore e la capacità del display di restare intatto per un periodo di temnpo maggiore. In linea di massima, una scelta del genere può risultare molto utile come secondo telefono, dato che possono offrire app e servizi di assoluto rilievo.

Ecco due proposte molto interessanti nel vasto ambito degli smartphone Flip, con la chance di selezionare il prodotto più adatto a ogni necessità. Dopo aver compiuto un’attenta valutazione su pro e contro di ciascun modello, non resta altro da fare che procedere all’acquisto vero e proprio, alla ricerca del miglior rapporto tra qualità e prezzo.

Samsung Galaxy Z Flip, un vero top di gamma nel suo segmento

Iniziamo dalla proposta del celebre marchio sudcoreano Samsung, da diversi anni autentico punto di riferimento del settore degli smartphone a tutto tondo. Galaxy Z Flip può essere considerato come un top di gamma nel suo segmento. Un obiettivo raggiunto grazie a un aspetto accattivante e a un insieme di specifiche tecniche che non hanno nulla da invidiare rispetto a device ben più celebrati e apprezzati.

Il suo peso è molto contenuto, di soli 183 grammi. Lo schermo è coperto dal vetro Ultra Thing Glass, con foro per il riconoscimento facciale. La cover posteriore è pulita ed essenziale e consente un’inquadratura ottimale tramite la fotocamera posteriore. A destra, ecco il tasto di accensione, i pulsanti per il volume e il lettore di impronte digitali. Garantisce fin da subito un segnale audio di ottimo livello e si adatta al meglio alla diffusione di contenuti multimediali.

Lo schermo principale ha una diagonale da 6,7 pollici, con tecnologia Dynamic AMOLED e risoluzione massima in Full HD+. L’altro display è da 1,1 pollici. La sua resistenza è ottima grazie al rivestimento in vetro, ma riesce a piegarsi senza alcuna difficoltà grazie all’aiuto di una cerniera curata nei minimi particolari. Niente male la luminosità, con la chance di scorgere immagini estremamente nitide.

Dando un’occhiata alle prestazioni, il Samsung Galaxy Z Flip propone un processore Qualcomm Snapdragon 855, affiancato da una memoria RAM di 8 GB e uno storage interno di 256 GB. La sua batteria ha una capienza di ben 3300 mAh, con ricarica Quick Charge completata in circa un’ora e mezza. Il software basato sul sistema operativo Android 10 convince il pubblico, anche grazie all’interfaccia OneUI 2.1.

La fotocamera posteriore è da 12 Megapixel, con alta qualità di scatti e filmati. Il dispositivo risulta ideale anche per il comparto gaming. Il prezzo d’acquisto si aggira sui 1600 euro e appare ancora abbastanza alto, ma chi può permettersi questo smartphone può senz’altro sentirsi soddisfatto per un prodotto robusto e affidabile.

Motorola RAZR, a metà strada fra tradizione e rivoluzione

Una valida alternativa al Samsung Galaxy Z Flip è senz’altro rappresentata dal Motorola RAZR. Anche in questo caso, il design colpisce per la sua indiscutibile originalità, con alimentatore da 18 Watt inclusa nella confezione. Il display esterno è estremamente comodo, con corpo in metallo e vetro dal peso di 205 grammi complessivi e dallo spessore pari a 14 millimetri. L’apertura dello smartphone a conchiglia è un po’ laboriosa, ma la cerniera per piegare lo schermo risulta ottima.

Il Motorola RAZR è compatibile con il sistema Android Auto e si avvale di uno schermo principale da 6,2 pollici con tecnologia OLED e risoluzione Full HD+. Il secondo monitor è da 2,7 pollici e risoluzione in HD. A bordo, il dispositivo presenta un processore Qualcomm Snapdragon 710, con spazio di archiviazione interno pari a ben 128 GB e RAM di 6 GB. La batteria ha una capacità di 2510 mAh, ma la sua autonomia viene messa a repentaglio in caso di utilizzo prolungato.

Niente male il suo comparto telefonico, unito a un software Android Stock. Prevede una fotocamera posteriore da 16 megapixel e un sensore ToF frontale, con buoni scatti e video dal discreto autofocus. Il sistema audio offre ottimi risultati e il telefonino è ben predisposto per il gaming e i social. Anche in questo caso, il prezzo di listino si aggira sui 1600 euro, per un prodotto a metà strada fra tradizione e innovazione che riesce a sorprendere il pubblico con soluzioni di assoluto rilievo.

Pro e contro degli smartphone a conchiglia

Gli smartphone Flip presentano numerosi punti di forza da notare fin dal primo momento. In primo luogo, il design cattura l’attenzione di un target ampio e variegato. Infatti, consente di usufruire di un display di notevoli dimensioni, ma senza occupare uno spazio eccessivo. Con tali prerogative, il dispositivo riesce a sostituire un tablet o addirittura un computer, oltre a fornire visibilità ottimali anche in condizioni di luminosità limitate.

Quindi, piace la loro versatilità. Tali apparecchi vanno bene sia per il lavoro che per il gaming, senza dimenticare la visione di file multimediali. Al tempo stesso, l’apertura a cerniera garantisce un tasso di comodità davvero sorprendente, oltre a una robustezza sicura e garantita anche senza alcuna pellicola aggiuntiva. Inoltre, uno smartphone a conchiglia risulta estremamente comodo e pratico, oltre che semplice da portare in tasca.

Dall’altra parte, non mancano piccoli motivi di criticità nei riguardi di modelli simili. Tali prodotti devono essere ancora migliorati sotto numerosi aspetti, ma la base dalla quale si inizia è senz’altro interessante. La praticità della cerniera non è ancora al massimo e rende lo smartphone rumoroso e delicato. Il rischio di una repentina rottura è sempre dietro l’angolo.

Inoltre, il prezzo troppo elevato e la mancata resistenza all’acqua sono due elementi che fanno storcere il naso a numerosi potenziali clienti. Non è facile sfruttare i due display fino al massimo delle loro potenzialità e questo potrebbe scoraggiare un eventuale acquisto. 

Le nostre conclusioni sui cellulari Flip 

Nel complesso, gli smartphone Flip sembrano avere tutte le carte in regola per costruirsi un proprio zoccolo duro di fruitori. Questi dispositivi vengono concepiti con un’attenzione certosina e richiedono ancora un certo sviluppo per affiancare fino in fondo i dispositivi mobili senza cerniera. Tuttavia, bisogna prestare attenzione al prezzo alto e a una resistenza non ancora ottimale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button